Il portale dell'informazione, ogni giorno è un grande giorno.

BelVedere Marittimo (Cs) :: Il viaggio di “Castellaria”

0 42

BELVEDERE MARITTIMO :: Continua con successo il viaggio di "Castellaria", l'originale iniziativa, patrocinata dalla presidenza della Giunta regionale, che propone spettacoli ed eventi culturali tra le antiche mura dei castelli calabresi. Venerdì prossimo è la volta di Belvedere Marittimo che ospiterà in piazza Castello a partire dalle ore 21,00  nell’ambito delle manifestazioni estive organizzate dal Comune, “ I Suoni di Ulisse”, concerto – spettacolo di Franco Cutolo presentato dalla Compagnia “Li Febi Armonici” con Tony Esposito, il poliedrico musicista napoletano che vanta innumerevoli collaborazioni con musicisti di primo livello nella musica internazionale  utilizzando "le percussioni" a livelli musicali altissimi, esaltando i suoni ed i ritmi di moltissimi stili tipici di Paesi del mondo, non tralasciando mai di "esibire" la grande musicalità ed i ritmi tribali tipici della musica "partenopea". Il Concerto – spettacolo è articolato in due tempi .

Due figure di satiri simulano il suono del mare e un attore recita il brano dell’Odissea in cui si narra della sconfitta delle sirene e, meglio ancora, della sirena Parthenope da parte di Ulisse ( Tony Esposito ). Da qui parte il concerto. Una kermesse intorno al tema della musica etnica come percorso nei mari del Mediterraneo ( metafora dell’Odissea ). Quindi  partendo da Napoli si va su brani catalani, musica macedone e musica ellenistica. Un percorso intorno al ritmo di uno dei più importanti musicisti napoletani ed italiani che porta avanti da anni la ricerca nei timbri e suoni delle percussioni. Un concerto – spettacolo dove l’immagine, il suono e il ritmo fanno da contrappunto ai brani dell’Odissea di Omero con voci accompagnate da strumenti acustici e percussioni.  “Nella parte più elevata del centro storico di Belvedere – si legge in una nota storica diffusa alla stampa – si erge maestoso il castello che re Ferdinando I d’Aragona nell’anno 1490 fece ristrutturare ed ingrandire a spese dei cittadini. L’antica rocca – prosegue lo scritto – danneggiata nel corso dei secoli, era ormai poco efficace contro le nuove forme d’assedio e di macchine da guerra… la presenza del castello è attestata sia in età angioina che normanna, quando questo popolo, subito dopo l’incontro di Melfi tra Nicolò II e Roberto il Guiscardo, ebbe via libera nella conquista della Calabria”. “Ho ritenuto opportuno inserire l’evento nell’ambito delle manifestazioni estive organizzate dal Comune – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla cultura del Comune di Belvedere Marittimo Riccardo Ugolino – perché ritengo di fondamentale importanza rivitalizzare e valorizzare il nostro centro storico  in particolare il castello, attraverso la diffusione della cultura nelle sue varie forme. Il direttore artistico della rassegna, Antonio Panzanella ha affermato che “Castellaria rappresenta non solo un veicolo importante per la valorizzazione delle risorse calabresi, ma è anche una leva di sviluppo economico". Il presidente della Giunta regionale Agazio Loiero  in occasione dell'inaugurazione della rassegna, aveva avuto modo di sottolineare come "andar per castelli può diventare più di uno slogan per arricchire la già variegata offerta turistico-culturale della Calabria, per adesso prevalentemente limitata al periodo estivo”. 

 

 Adriana Sabato

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: