Il portale dell'informazione

Catanzaro :: Un progetto dal titolo “Ragazzi dentro…Ragazzi fuori…Due adolescenze a confronto”

122

CATANZARO :: 26/04/2007 :: L’associazione Ra.Gi, in collaborazione con l’Istituto Penale Minorile di Catanzaro diretto dal dottor Francesco Pellegrino e L’istituto Commerciale “Einaudi” di Catanzaro sta portando avanti un progetto dal titolo "Ragazzi dentro…Ragazzi fuori…Due adolescenze a confronto". L’obiettivo è quello di attivare occasioni di comunicazione in cui l’adolescenza, quella che sta fuori nella società “normale” e quella rinchiusa in un istituto di rieducazione, sia la protagonista assoluta di un percorso di confronto e di reciproca conoscenza di esperienze di vita vissuta.

Ciò rappresenta un’attività fondamentale per educare i giovani alla comprensione dell’altro ed alla valutazione della propria esistenza. Partendo da questo presupposto, il presente progetto vuole essere un tentativo mediato dal confronto tra due adolescenze, di portare all’esterno, tra la gente comune e principalmente nel mondo della scuola, per mezzo delle coscienze e delle esperienze di chi lo ha scoperto in prima persona, una realtà – quella della detenzione minorile – poco conosciuta e ancor meno compresa, messa da parte, isolata perché fa paura. Paura che nasce dal rifiuto sociale “dell’andare dentro”, dal pregiudizio che scaturisce dall’errata convinzione che il male dev’essere tenuto lontano dalla vita comune, reclusa. Giudizi aberranti specie se colpiscono adolescenti che hanno avuto problemi di detenzione. L’esperienza dei due gruppi sarà documentata attraverso un libro, realizzato interamente dai ragazzi, che sarà distribuito agli studenti nel corso di un convegno pubblico in cui gli unici veri protagonisti saranno i giovani. E che si svolgerà GIOVEDI’ 10 MAGGIO ALLE ORE 9,00 PRESSO L’AUDITHORIUM “CASALINUOVO” DI CATANZARO. I temi dibattuti saranno quelli della legalità, della condizione giovanile, delle difficoltà di ragazzi e ragazze della regione Calabria. Un gruppo di anime adolescenziali, dunque, che hanno tanto da dirsi e da confrontarsi pur appartenendo a due mondi sociali che rappresentano l’Artide e all’Antartide della vita. Eppure, Artide e Antartide sono entrambi parte di questo mondo.  Ragazzi dentro…Ragazzi fuori…Due adolescenze a confronto" è un lavoro educativo che affronta tematiche quali il pregiudizio, la diversità, lo scambio interculturale, fornendo strumenti per confrontarsi tra adolescenti secondo le dinamiche dell’incontro/confronto/ tra mondi diversi da riconoscere e rispettare. L'obiettivo  è quello della "contaminazione" tra giovani che solcano il mare dell'adolescenza su navi diverse, da cui trarre profonde riflessioni per i soggetti direttamente interessati e per i terzi che si agganceranno al progetto.All’appuntamento prenderanno parte oltre 30 sindaci  dei comuni calabresi ad alto rischio di criminalità mafiosa che  accompagneranno all’incontro circa 50 adolescenti. Si prevede infatti una presenza di oltre 700 ragazzi. Ospiti saranno Suor Carolina Iavazzo,  la religiosa che ha visto morire per mano mafiosa nel quartiere Brancaccio di Palermo Padre Pino Puglisi,  Mario Congiusta al quale la ndrangheta ha ucciso un figlio a 32 anni, frate Franco Lio  che in Calabria lavora con i giovani di strada e rappresentanti del dipartimento della giustizia minorile.                                                                                                                                                                      

Il presidente    Elena Sodano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: