Il portale dell'informazione

Cetraro :: Marco Minniti riceve il Premio Losardo 2006.

107

L’edizione 2006 del premio intitolato a Giovanni Losardo, militante comunista, amministratore del comune di Cetraro e Segretario Capo della Procura di Paola barbaramente ucciso dalla mafia nel 1980, vedrà premiato il vice ministro dell’Interno Marco Minniti, che interverrà alla manifestazione conclusiva del 21 ottobre prossimo alla sala convegni della Colonia San Benedetto di Cetraro. L’onorevole Minniti riceverà un riconoscimento per il suo lavoro rigoroso e intransigente a difesa dei valori della  legalità e per il suo impegno contro le mafie.

Il premio, che si articola in tre sezioni, giornalismo, cinema ed arti figurative, è stato istituito dal Laboratorio sperimentale Giovanni Losardo nel 2003. Nelle edizioni precedenti il Losardo  è stato assegnato a importanti personalità che si sono distinte nei rispettivi ambiti di lavoro per la promozione e diffusione della cultura della legalità.

La scelta dei premiati di questa edizione è caduta anche sul  magistrato Domenico Fiordalisi,titolare di alcune importanti inchieste contro la mafia locale, sull’imprenditore Filippo Callipo, esempio di coraggio per l’imprenditoria calabrese, su Italo Garrafa, presidente della CIA di Cosenza, per l’eccezionale impegno profuso negli anni Ottanta contro la mafia di Cetraro e sui giornalisti Filippo Veltri, Anna Rosa Macrì e Luciana De Luca, protagonisti di efficaci e puntuali servizi sui temi sociali e politici più scottanti della Calabria. Un riconoscimento speciale andrà infine a Suor Carolina Iavazzo, collaboratrice di Don Pino Puglisi a Palermo e oggi impegnata in un’altra zona di frontiera ad altissimo rischio mafioso, la Locride, dove ha aperto un centro d’accoglienza per i giovani.

L’iniziativa, presieduta dal prof. Gaetano Bencivinni, presidente del Laboratorio Sperimentale G. Losardo e  ideatore del premio, ospiterà gli interventi di alcune importanti personalità: Giuseppe Aieta, sindaco di Cetraro, Donatella Laudadio, assessore provinciale alle politiche giovanili di Cosenza, don Ennio Stamile, delegato regionale Caritas, Giuseppe Soluri, presidente dell’ordine regionale dei giornalisti della Calabria, Luciano D’Emmanuele, procuratore capo della Repubblica di Paola, Mario Oliverio, presidente dell’amministrazione provinciale di Cosenza, Giuseppe Bova, presidente del consiglio regionale della Calabria.

La manifestazione di consegna dei premi, fissata per le ore 19, sarà aperta dai giovani della Locride e del Tirreno cosentino, i veri protagonisti da valorizzare nella società di domani, secondo quanto si prefigge il Laboratorio Sperimentale Giovanni Losardo. Alle 17 è previsto infatti un incontro-dibattito tra i ragazzi del Tirreno cosentino e i ragazzi di Locri, già ospiti del Premio  lo scorso anno, che hanno dimostrato con caparbietà la volontà di un impegno civile che non sia fatto soltanto di parole.

Il laboratorio Sperimentale opera da quattro anni nel contesto sociale e culturale di Cetraro e del comprensorio costiero. Obiettivo primario dell’associazione nel valorizzare e dare voce ai giovani talenti resta quello di restituire loro fiducia e di rompere il muro dell’indifferenza che ancora circonda il territorio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: