fbpx

Cosenza :: E’ nato il Movimento Aboliamo il Listino.

COSENZA :: 22/01/2010 :: “La riforma della legge elettorale per la elezione del Consiglio regionale calabrese e, in particolare, l’abolizione del “listino” bloccato, costituisce un atto di notevole importanza per la vita democratica della nostra regione. Anche se la legislatura volge ormai al termine, riteniamo che vi siano ancora tutte le condizioni perché venga ripristinata una regola democratica fondamentale ovvero che tutti i Consiglieri regionali siano eletti attraverso la preferenza e, quindi, attraverso la libera scelta degli elettori e non vi siano, come avviene ora, consiglieri eletti direttamente dai cittadini e consiglieri “nominati” da ristrette oligarchie di partito.

Sulla base della Legge Elettorale attuale, infatti un quinto di consiglieri regionali (dieci su cinquanta) viene “nominato” attraverso un “listino” bloccato e ciò costituisce una oggettiva alterazione della vita democratica della nostra regione.

Il “listino!” è divenuto, in questi anni, strumento di distorsione e di inquinamento del dibattito e delle relazioni tra le forze ed i movimenti politici.

Eliminare questo strumento significa consentire anche ai diversi territori di esprimere rappresentanze rispondenti al peso delle popolazioni residenti.

Più volte in Consiglio regionale è stata annunciata da diversi gruppi e personalità politiche la volontà di modificare la legge elettorale e abolire il listino.

Mantenere questo impegno procedendo subito, entro la fine di questa legislatura all’abolizione del “listino” bloccato è un atto doveroso di rispetto nei confronti dei cittadini calabresi e rappresenta un rafforzamento della vita democratica in Calabria”.

Questo appello, lanciato dal presidente della Provincia di Cosenza, on. Mario Oliverio, è stato accolto e sottoscritto da numerosi sindaci della provincia di Cosenza,. di cui riportiamo in calce nomi e cognomi e comuni di appartenenza.

Sono state annunciate anche tantissime adesioni di rappresentanti di forze sociali, culturali, economiche e di associazioni di cui sarà data informazione nelle prossime ore.

Sono state anche annunciate anche decine di adesioni di amministratori regionali, provinciali e di sindaci ed amministratori delle altre province calabresi

L’iniziativa, che si presenta come un grande movimento di cittadini, è stata denominata “Cambiare la legge elettorale e abolire il listino per fare contare i cittadini”, sarà presentata sabato prossimo, alle ore 17, presso l’Auditorium “Giovanni Paolo II” del Brutium di Commenda di Rende.

 

 

Acquaformosa Giovanni Manoccio

Acri Elio Coschignano

Aiello Calabro Iacucci Francesco

Alessandria del Carretto Gaudio Vincenzo

Amendolara Mario Melfi

Aprigliano Perri Gabriele

Belmonte Calabro Luigi Provenzano

Bocchigliero Luigi De Vincenti

Bonifati  Antonio Goffredi

Calopezzati Gennaro Bianco

Caloveto Francesco Pirillo

Campana Pasquale Manfredi

Canna Alberto Cosentino

Cariati Filippo Giovanni Sero

Casole Bruzio Giulia Barca

Castrolibero Orlandino Greco

Celico Luigi Corrado

Cerchiara di Calabria Carlomagno Antonio

Cetraro Giuseppe Aieta

Cleto Furano Giuseppe

Colosimi Raffaele Rizzuto

Cropalati Fabrizio Grillo

Crosia Aiello Gerardo

Diamante Ernesto Magorno

Dipignano Guzzo Guglielmo

Figline Vigliaturo Fedele Adamo

Francavilla Marittima Paolo Munno

Grimaldi Notarianni Giovanni

Grisolia  Antonio Longo

Laino Castello Giovanni Cosenza

Lattarico Antonio Gianfranco Barci

Longobucco Luigi Stasi

Lungro Giuseppino Santoianni

Luzzi Manfredi Tedesco

Malito Mario Guzzo Foliaro

Mandatoriccio Donnici Angelo

Mangone Raffaele Pirillo

Marano Principato Alessandro Tenuta

Mendicino Ugo Piscitelli

Montalto Uffugo Ugo Gravina

Mormanno Guglielmo Armentano

Oriolo Colotta Francesco

Orsomarso Candia Paola Maria

Panettieri Giovanni Bonacci

Paola Roberto Perrotta

Paterno Calabro Carmelino Franco Caputo

Pedace Stanislao Martire

Pianecrati Sacchetta Silvano

Pietrafitta Salvatore Spina

Pietrapaola Giandomenico Ventura

Plataci Francesco Tursi

Rende Bernaudo Umberto

Rocca Imperiale Ferdinando Di Leo

Rogliano Giuseppe Gallo

Roseto Capo Spulico Francesco Durso

Rossano Francesco Filareto

Rota Greca Albano Robero Ermanno

Rovito Gianpaolo Gerbasi

San Fili Ottorino Zuccarelli

San Giovanni in Fiore Antonio Nicoletti

San Lorenzo Bellizzi Pietro Alessandro Scarivaglione

San Lucido Antonio Staffa

San Nicola Arcella Domenico Donadio

Sangineto Gaetano Marinelli

Santa Domenica Talao Alfredo Giuseppe Lucchesi

Santa Maria del Cedro Aulicino Giuseppe

Serra d'Aiello Antonio Cuglietta

Serra Pedace Leo Franco Rizzuti

Spezzano Albanese Cucci Giovanni

Spezzano della Sila Tiziano Giuseppe Gigli

Spezzano Piccolo Eugenio Nudo

Tarsia Francesco Antonio Scaglione

Terravecchia  Mauro Santoro            

Torano Castello Cariati Sabatino

Trebisacce Mariano Bianchi

Trenta Ippolito Morrone

Verbicaro Spingola Felice

Villapiana Rizzuto Roberto