Il portale dell'informazione calabrese.

Fuscaldo (Cs) :: GIORNATA DELLA MEMORIA: FUSCALDO RICORDA ANGELAMARIA AIETA

375

Domattina, dalle ore 10, avranno inizio le manifestazioni in ricordo di Angelamaria Aieta, la donna, di origine fuscaldese, uccisa dal regime militare argentino nel 1976.

Il programma della giornata prevede, come atto iniziale, l’intitolazione della scuola elementare di via Maggiore Vaccari alla memoria della stessa Angelamaria. All’evento presenzieranno i figli della donna, Dante e Leopoldo Gullo, oltre che al sindaco Davide Gravina ed all’assessore alla cultura Pietro Siciliani.

Alle 10.30, invece, all’Itis “Enrico Fermi”, convegno sul tema: “La violazione dei diritti umani. Il caso di Aieta Angelamaria”. Al dibattito, prenderanno parte sempre i figli di Angelamaria: Dante e Leopoldo. Previsti, altresì, gli interventi del prof. Mario Benvenuto (docente Unical), Jorge Ithurburu (comitato promotore processo Esma), Giuseppe Aieta ed Ernesto Magorno (consiglieri provinciali), Donatella Laudadio (assessore provinciale), Sergio Stancato, Antonio Pizzini, Franco La Rupa e Franco Morelli (consiglieri regionali), Roberto Occhiuto (vice presidente del consiglio regionale), Mario Pirillo (assessore regionale) e Mario Tassone (deputato e vice presidente della commissione nazionale anti-mafia). Concluderà gli interventi il sindaco Davide Gravina.

Angelamaria Aieta, lo ricordiamo, venne sequestrata il 5 agosto del ’76; il vero obiettivo di chi operò il sequestro era peraltro suo figlio, il giovane Dante Gullo, all’epoca leader della Gioventù Peronista.
Sulle circostanze e modalità del sequestro di Angela Maria Aieta vi sono in atti le testimonianze “de relato” del figlio, Dante Gullo, e di quella che era all’epoca sua moglie, Graciela Dora Ojeda.
A testimoniare poi sulla presenza, quale internata, all’ Esma, di Angela Maria Aieta, sono Marta Remedios Alvarez, che, all’epoca ventitreenne, era stata sequestrata e condotta in detto luogo di tortura il 26 giugno del ’76, e vi si trovava quindi da poco più di un mese ristretta quando, il 5 agosto del ’76, vi venne condotta la Aieta.
Ed inoltre Horacio Peralta e l’allora sua compagna Hebe Lorenzo, sequestrati insieme il 26 agosto del ’76; infine, Raùl Lisandro Cubas, sequestrato ed internato all' ESMA il 20 ottobre del ‘76.

 

Fuscaldo lì 26/01/2007                                                                                                            

Il Portavoce       Giovanni Folino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: