Il portale dell'informazione

Ley Taurina :: Pensieri di Maurizio Malomo

253

ALICANTE :: 19/10/2008 :: Leggo tra le pagine di CalNews la lettera aperta alla cittadinanza di Egidio Lorito nei confronti di un anonimo seccatore, uno di quelli che lamentano eventuali disapprovazioni, nascondendosi nella comodità dell’anonimato, tanto l’importante è farsi sentire e soprattutto lamentarsi. Tutto ciò non fa altro che darmi modo di pensare e pensare male, poiché non ci si può lagnare per dei fatti che, oggettivamente, meritano l’approvazione o comunque il sostegno morale per l’impegno messo a favore di una comunità, la stessa comunità di cui, a quanto pare, fa parte l’anonimo seccatore.

Non ho mai creduto, e non lo credo tutt’ora, che qualunque cosa venga fatta possa piacere a tutti, per cui, conseguentemente, ci saranno sempre degli elogi e, contrariamente, delle critiche; una dimostrazione di libertà è la partecipazione sociale ad ogni evento che, anche trasversalmente, può incidere nella propria sfera personale o, appunto, sociale. Su questo non ci piove, ma non capisco i motivi per annichilire gli sforzi, magari scaturenti da passioni personali, di una persona che si dimostra concretamente attiva, ripeto, a favore di una comunità. La conoscenza, come l’informazione ed in generale la cultura, non può mai essere biasimata in maniera così violenta e disdicevole. Io ero presente agli incontri moderati dal sig. Lorito, ho 23 anni, non penso di essere così vecchio da non rientrare nella categoria “giovani” che, il simpatico seccatore, non è riuscito a scorgere nella piazza praiese; allo stesso modo, però, non credo di essere così stupido da pensare che un dibattito con Mughini, De Crescenzo, Ayala o Odifreddi possa risultare anti-educativo o anti-culturale, che dir si voglia, o che addirittura possano essere intesi come incontri “calati dall’alto”. Rimango titubante!Con queste parole vorrei soltanto approfittarne per dissociarmi da simili piagnistei, che hanno tanto il sapore di gioco, disinteresse ed insufficienza. Da questa rubrica non posso che incoraggiare il lavoro del sig. Lorito e, perché no, apprezzare quelle critiche costruttive, che devono esserci, ed allo stesso tempo, che sanno promuovere cambiamenti migliorativi, con la decenza dell’intelligenza.  

Maurizio Malomo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: