Il portale dell'informazione calabrese.

21 arrestati, 191 indagati e oltre 70.000 persone controllate: il bilancio della Polizia di Stato sui treni e nelle stazioni ferroviarie.

23

ROMA :: 23/08/2021 :: 21 arrestati, 191 indagati e 70.448 persone controllate: è questo il bilancio dell’attività, nella prima settimana dopo Ferragosto, della Polizia Ferroviaria. 4.295 le pattuglie impegnate in stazione e 556 a bordo di 1.158 treni. 227 i servizi antiborseggio e 178 le sanzioni elevate. 37 i minori non accompagnati rintracciati e riaffidati alle famiglie o alle comunità; 43 i cittadini stranieri sorpresi in posizione irregolare.

In particolare, a Milano gli agenti hanno arrestato tre stranieri per furto aggravato in concorso. Un poliziotto della Polfer, mentre era libero dal servizio, ha notato i tre uomini, che dopo essersi avvicinati in modo sospetto ad una donna seduta in un locale di Corso Como, approfittando di un attimo di distrazione della vittima, si sono impossessati della borsetta posata a terra allontanandosi velocemente. L’agente, che ha assistito alla scena, ha allertato immediatamente i colleghi della Polfer, che hanno bloccato i tre ladri. Sempre a Milano, sono stati arrestati due cittadini francesi di 31 anni, per il reato di furto aggravato in concorso. I poliziotti, impegnati in un servizio antiborseggio nell’area della stazione centrale, hanno notato i due uomini avvicinarsi ad un’auto in sosta il cui conducente era intento ad effettuare una telefonata. Mentre uno ha distratto la vittima chiedendo un’informazione, il secondo, con abile mossa, ha prelevato un portafogli che si trovava sul sedile anteriore destro della vettura.  I due si sono poi allontanati, ma sono stati bloccati e tratti in arresto. Il borsello, contenente carte di credito, documenti e circa 700 euro è stato restituito al proprietario, ignaro dell’accaduto. Successivamente gli operatori sono risaliti all’albergo dove alloggiavano i due stranieri e, durante la perquisizione, hanno rinvenuto due carte d’identità francesi, ritenute contraffatte. Per questo, sono stati denunciati anche per possesso di documenti falsi.

A Firenze, la Polizia Giudiziaria del Compartimento Polfer, a seguito di un’attività d’indagine, ha arrestato, su disposizione del Tribunale di Firenze, una cittadina bulgara di 20 anni, pluripregiudicata, per vari furti accaduti dal 2019 ad oggi. La straniera, nonostante il divieto di dimora nel Comune di Firenze, ha continuato ad aggirarsi e a derubare le sue vittime nel centro della città. In particolare, l’ultimo furto aggravato risale al 5 agosto 2021, quando la giovane borseggiatrice ha rubato il portafogli contenente carte di credito e 500 euro in contanti, ad una anziana ipovedente, di 78 anni, mentre stava facendo acquisti in un negozio nei pressi della stazione. I poliziotti in servizio in abiti civili, dopo aver individuato la donna, l’hanno fermata nei pressi della stazione e condotta al carcere di Firenze in attesa di giudizio.

Nella stazione di Genova Brignole, la Polizia Ferroviaria ha fermato e arrestato un cittadino ucraino di 43 anni, senza fissa dimora, ricercato dal 2014. L’intensificazione dei servizi di vigilanza della Polfer, in occasione del periodo di Ferragosto, ha portato all’arresto dello straniero, fermato per un controllo, già censito presso la banca dati in uso alle Forze di Polizia, con diversi nominativi. Sotto uno dei falsi nomi che l’ucraino ha dichiarato in passato, è emerso un ordine di carcerazione per cumulo di pene riguardanti reati contro il patrimonio e il possesso abusivo di armi, per un totale di 6 anni e 3 mesi di reclusione, emesso nel 2014 dalla Procura della Repubblica di Milano. Una volta accertata la sua identità, l’uomo è stato accompagnato presso la casa Circondariale di Genova Marassi.

Un cittadino italiano è stato arrestato nella stazione di Roma Ostiense per i reati di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Gli agenti, allertati dalla sala operativa circa la presenza a bordo di un treno giunto in stazione di una persona che si rifiutava di scendere, hanno identificato il giovane che, sotto l’effetto di sostanza stupefacente, ha prima riferito di voler far ritorno presso il proprio domicilio in provincia di Novara e poi si è scagliato contro i poliziotti. Bloccato, è stato arrestato, mentre due degli agenti intervenuti hanno riportato lesioni guaribili in 7 e 10 giorni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: