Il portale dell'informazione calabrese.

Crotone :: Video Calabria riconferma nel 2020 il primato a livello regionale: 50% in più dell’ascolto al minuto.

18

CROTONE :: 07/01/2021 :: Benchè sia stato un anno che nessuno rimpiangerà, il 2020 ha rinsaldato il rapporto tra la platea potenziale di spettatori e la televisione, che è diventata la prima fonte d’informazione per i cittadini nel tempo della pandemia, oltre che una compagnia irrinunciabile per la popolazione, limitata nelle proprie libertà di spostamento. Costretta a rimanere a casa, la gente ha utilizzato il mezzo televisivo molto di più rispetto ad un anno fa e questo ha significato maggiori quote di telespettatori per tutte le emittenti, ma per Video Calabria si è tradotto in un aumento straordinario degli ascolti: la nostra emittente ha riconfermato il primato a livello regionale, ed ha registrato numeri in notevole crescita, sia durante il periodo del lockdown, sia ancora nell’ultimo mese dell’anno appena trascorso.

Nel dicembre del 2020, infatti, i numeri relativi all’ascolto al minuto sono stati eccellenti: 2.110, secondo Auditel, i telespettatori che hanno preferito la nostra emittente. E si tratta di una cifra che è anche molto più alta di quella, pur ragguardevole, della media annuale: nei 365 giorni del 2020, infatti, la società di rilevamento ha calcolato che i telespettatori sintonizzati su Video Calabria sono stati, al minuto, 1.648 che è quasi il 50% in più rispetto ai 1.136 telespettatori del 2019. Tutto ciò, mentre il mondo dell’emittenza televisiva locale si accinge ad aderire al bando per l’assegnazione dei diritti d’uso delle frequenze del digitale terrestre, una transizione che si concretizzerà nel 2022 col salto di qualità verso il digitale di seconda generazione.

Un impegno che rappresenta uno snodo cruciale secondo l’editore, Salvatore Gaetano: «Siamo proiettati verso scadenze fondamentali per ridisegnare la mappa delle tv private – dice Gaetano – che stanno anch’esse faticosamente provando a resistere agli effetti negativi della pandemia, che per il nostro settore si sono tradotti in una drastica diminuzione della raccolta pubblicitaria, una contrazione che ha riguardato sia i clienti storici che i contatti già avviati con quelli potenziali».

Ciononostante, il lavoro è proseguito sia con l’interesse verso lo sviluppo di nuove tecnologie, sia col varo di nuove trasmissioni, fra le quali vale la pena di menzionare quella di Fabio Curto, “Terra mia”: il vincitore dell’edizione 2015 del talent della Rai “The voice of Italy” si è districato molto disinvoltamente anche come conduttore televisivo, anche se da un certo punto in poi la produzione del format è stata anch’essa condizionata dalle restrizioni imposte dai protocolli anti-covid. Il 2020 è anche stato l’anno in cui si è consolidato il progetto dell’informazione sul web, nel quale Video Calabria si è inserita da pochissimi anni col sito TgCal24.it. In definitiva, l’anno di cui nessuno sentirà nostalgia è stato un anno di lavoro, di dedizione, di rispetto per il pubblico. Che, numeri alla mano, lo ha apprezzato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: