Il portale dell'informazione calabrese.

Scalea (Cs) :: Antenna: i Verdi, chiamati in causa dalla Pianet.

301

SCALEA :: 20/01/2008 :: La Federazione dei Verdi ed il Comitato contro l’antenna Impresa-Liceo, chiamati in causa dal Sig. Salvatore Gilormo progettista e direttore dei lavori della Ericsson network Service Italia Spa di Roma nonché responsabile della società Pianet Srl di Reggio Calabria  nell’intervista del 19/01/2008 su Radio One Scalea  e  riportata parzialmente nel quotidiano  Gazzetta del Sud  a firma (e.s.o.) dove il sig. Gilormo ha affermato, con  riferimenti aleatori , falsi ed infamanti, che gli organizzatori della protesta hanno strumentalizzato la questione, sia sotto il profilo politico che privato.

Valutazione che intanto non appartiene di certo a chi usa il territorio di Scalea solo ai fini di lucro come il sig. Gilormo, e successivamente perché lo stesso non è deputato ha rilasciare valutazioni politiche in merito,  sicuramente dovrà chiarire il riferimento privato. L’altra dichiarazione diffamatoria  è venuta fuori quando ha espresso  che bastava spostare il sito dell’antenna di solo 50mt (cinquanta metri) e sicuramente la sua azienda non aveva avuto problemi. A  chi si riferisce il sig. Gilormo? A quale terreno ? ed infine la menzogna più eclatante, quando ha affermato  che qualche operaio è stato malmenato. Ma da chi non lo dice, facendo intendere che la pseudo aggressione sia stata perpetrata da alcuni manifestanti. Sicuramente lo inviteremo ha  chiarire gli aspetti sopra espressi, da lui citati, nella sede opportuna.Intanto per le “sciocchezze “ dette,  in riferimento alle antenne << che non producono alcuna forma di inquinamento elettromagnetico>> , gli rispondiamo che le antenne di telefonia producono grave inquinamento elettromagnetico,così come dichiarato da centinaia di studi e dall’Istituto Superiore della Sanità ( rapporti ISTITAN ); famosi sono gli studi del francese Santinì e dell’italiano Prof. Angelo Gino Levis ( studioso di Padova) . Non a caso più Procure della Repubblica e Tribunali hanno detto NO ad antenne di telefonia . Proprio oggi è uscito un’articolo su un  quotidiano che a Paola 6 persone di una stessa famiglia sono morte di tumore. La loro casa era vicino a una centrale amplificatrice urbana dell'azienda di Stato per i servizi telefonici. Il procuratore D'Emmanuele ha chiesto il rinvio a giudizio per due ex dirigenti.In riferimento al Consiglio Comunale Aperto  gli stessi  comunicano :“Consiglio Comunale … inutile” poiché da parte dell’Amministrazione Comunale c’è stata una chiara e palese “chiusura” al sostegno proposto dagli stessi, riguardante la disponibilità tecnico/scientifica dell’esperto Prof. Giancarlo Spadanuda per sostenere  il ricorso al TAR di Catanzaro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: