Il portale dell'informazione calabrese.

Scalea (Cs) :: Di Marco esprime tutto il suo disappunto sulla questione dell’antenna.

267

SCALEA :: 13/01/2008 :: Mauro di Marco, del forum ambientalista, ritorna sulla vicenda dell’antenna. Da una nota diramata agi organi di stampa trapela tutto il disappunto per la mancata pre-occupazione da parte dell’amministrazione comunale in merito al problema che, secondo quanto riferito nella nota, è ben ontano dall’essere risolto definitivamente considerata la reale probabilità che la ditta Pianet ricorra nuovamente di fronte alla sospensione dei lavori disposta dal segretario comunale Ciro Alifuoco. “Siamo in attesa che si concluda la prima fase della lotta del Comitato contro l’installazione dell’antenna di telefonia mobile in località Pantano, con la rimozione del cantiere ed il ripristino dei luoghi, ordinati dall’Amministrazione.

 Purtroppo per il territorio ed i cittadini questo iter non ha esito scontato e bisognerà attenderne gli sviluppi prima di cantar vittoria. Questa positiva tappa della lotta non è che l’inizio di un cammino che interessa tutti i cittadini e non solo quelli di Scalea”. Ma di Marco prosegue contestando l’atteggiamento dell’amministrazione comunale di fronte alla preoccupazione della popolazione parlando di “democrazia negata”. “Ogni istanza che venga da basso è vista come un disturbo al manovratore da parte di amministratori”, prosegue la nota nella quale viene lamentata la presenza di un cospicuo numero di esponenti delle forze dell’ordine al tavolo di confronto tenutosi martedì scorso. “Alla riunione gentilmente concessa dal Sindaco nei giorni scorsi, pur se i rappresentanti dei cittadini erano solo 3 (tre!), accompagnati da due legali, erano presenti ben sette od otto rappresentanti delle forze dell’ordine. Come se una legittima richiesta di un Comitato di cittadini fosse una questione di ordine pubblico”. E’ proprio la partecipazione dei cittadini sulle decisioni che li riguardano direttamente che il rappresentante del forum ambientalista ha voluto sottolineare anche per rispondere ad alcune dichiarazioni del presidente del consiglio Licursi e dell’assessore De Rosa i quali, secondo di Marco, avevano ritenuto “secondaria la partecipazione dei cittadini alle decisioni. Ribadiamo- conclude di Marco – che l’obiettivo del Comitato è quello che si costituisca, su questo come su tutti gli aspetti della vita amministrativa che li riguardano direttamente, una Commissione che sia formata di volta in volta, oltre che dai funzionari e dai rappresentanti della Giunta e del Consiglio, anche da coloro sui quali le decisioni ricadranno: i cittadini stessi e le loro organizzazioni spontanee o stabili per evitare che non si estendano situazioni alla maniera della Campania. Valuteremo dall’andamento del Consiglio Comunale, convocato per la prossima settimana, se l’esito della riunione dei capigruppo, nella quale sono state portate dalla minoranza le istanze del Comitato, è da considerarsi positivo o meno” 

Gaetano Bruno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: