Il portale dell'informazione

Vibo Valentia :: Proclamato il vincitore del concorso “Migliore sommelier 2019”.

94

VIBO VALENTIA :: 24/06/2019 :: Francesco Gardi, 36 anni, cosentino, è il miglior sommelier della Calabria 2019. Gardi, che è Patron del Ristorante ‘Antica Locanda dal Povero Enzo’ nel cuore del capoluogo bruzio, parteciperà alla finalissima del 24 novembre prossimo, a Verona, che incoronerà il migliore sommelier d’Italia nell’ambito del 53° Congresso Nazionale dell’AIS.

Il trofeo è stato assegnato a Vibo Marina al termine del concorso Miglior Sommelier Calabria 2019 dell’Associazione Italiana Sommelier che si è svolto alla presenza di un numeroso pubblico qualificato di professionisti, protagonisti e simpatizzanti del mondo del vino accorsi da tutta la regione.

Gardi – che ha ricevuto il trofeo dalle mani della Delegata regionale delle Donne del Vino, Vincenza Alessio Librandi –  si è imposto in finale su Michele Ruperto, giovane e competente sommelier dell’Enoteca Eurodrink di Lamezia Terme, classificatosi al secondo posto a pari merito dopo le fasi eliminatorie e i play-off che hanno impegnato quest’anno sette concorrenti provenienti da tutta la regione.

Se il vincitore ha dedicato il proprio successo al territorio da cui proviene e a cui è fortemente legato,  Maria Rosaria Romano, Presidente di AIS Calabria, ha espresso la soddisfazione dell’associazione leader della categoria per la riuscita dell’evento a Vibo Marina e per il livello di preparazione dei partecipanti.

Nell’elegante location del Ristorante Lapprodo-Hotel Cala del Porto, il Concorso promosso dall’Ais è risultato particolarmente vivace e spettacolare. Le prove che hanno visto all’opera i concorrenti si sono svolte, infatti, in due fasi: dopo l’esame scritto, in mattinata, quello pratico pubblico col servizio al ristorante rivelatasi un autentico, avvincente show, nel corso del quale i concorrenti hanno potuto mettere in luce capacità nella tecnica di servizio del vino al tavolo, decantazione, scelta di vini, ma pure di the, birre e sakè, abbinamento cibo-vino, riconoscimento, nonchè di spiccate doti di comunicazione. La prova pratica è consistita nella simulazione di un servizio al tavolo a due super-esigenti commensali che si sono simpaticamente prestati, Concetta Schiariti, giornalista economica e ancor-woman televisiva e il giornalista Maurizio Bonanno che è anche scrittore e sociologo.

La manifestazione, che ha segnato un’ennesima tappa di crescita per AIS Calabria, si è conclusa con la proclamazione del vincitore da parte dell’impeccabile Presidente di Giuria Luisito Perazzo, già Miglior Sommelier d’Italia 2005, che assieme alla Presidente dell’Associazione Italiana Sommelier Calabria, Maria Rosaria Romano, ha diretto i lavori di giurati d’eccezione quali Dorina Bianchi (già sottosegretaria di Stato ai Beni Culturali), Concetta Greco Lo Preiato (presidente del Consorzio Assapori), Domenico Bellantonio Miglior sommelier della Calabria 2017 e Gianfranco Manfredi, giornalista e vice-presidente dell’AIS Calabria.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: