fbpx

Berlino :: Le Rivoltelle al PopKomm Live Showcase.

BERLINO :: 07/09/2011 :: Primo e prestigioso evento internazionale per Le Rivoltelle. La Band calabrese al femminile dal 7 al 10 settembre parteciperà al POPKOMM LIVE Showcase di Berlino. PopKomm, la più grande fiera tedesca di musica pop e indipendente, importante vetrina internazionale per l’industria musicale è una calamita per migliaia di operatori del settore da tutto il mondo.

L’eccezionale fusione dei tre settori della manifestazione – mercato, congresso e festival rende l’appuntamento sempre più ambito. Importante caratteristica del PopKomm 2011 è la rinnovata collaborazione con il Festival di Berlino, al quale verrà presentata una selezione di artisti POPKOMM Recommended. In un contesto così atteso, Le Rivoltelle si esibiranno venerdi 9 settembre presso il Silverwings Club (Columbiadamm 8-10 F2 D – 12101 Berlin), all’interno del vasto programma di showcase pomeridiani. La serata berlinese delle ragazze-fenomeno del 2011, che solo nel mese di maggio hanno presentato nella loro Cosenza, il Cd “Donne italiane”, è il culmine di un’estate di successi.

Qualcosa meno di 80 concerti in quattro mesi in giro per l’Italia. Imprecisato il numero di spettatori, esibizioni davanti a 30 mila persone durante il “Battiti” di Radionorba. Sono questi alcuni dei “numeri” del primo tour de Le Rivoltelle la rock-band tutta al femminile; un gruppo capace di incantare il popolo di suggestivi locali e club festaioli ma anche di intrigare platee più esigenti (sono state, a detta anche degli organizzatori, la rivelazione del “Festival Musicultura”, ex “Premio Recanati” trasmesso da Raiuno). Elena, Alessandra, Paola e Angela hanno messo a punto un inedito genere rock-ska ricco di mille sonorità in cui spicca il temperamento della front-woman Elena che alterna alla chitarra anche il sax e il violino. Musiciste per vocazione, performers per scelta.

Quello che propongono è un vero e proprio momento di spettacolo dietro cui si muove un cast di professionisti ambiziosamente messi insieme dalla Cristiani Music Italy che oltre ad aver prodotto il primo cd (“Donne Italiane”) è andato molto oltre; infatti insieme al management di Daniela Tripodi, è stato creato un gruppo di lavoro senza precedenti per un gruppo emergente. Ad esempio chi volesse seguire le Rivoltelle può inoltre farlo sul web (www.lerivoltelle.it e su tutti i social-network). Interessantissimo e sempre ricercato è il look delle ragazze e a curare poi la regia dello show ci sono gli autori che hanno disegnato intorno al temperamento delle Rivoltelle uno spettacolo che alterna momenti di impegno sociale a vere e proprie esilaranti gag mai fini a se stesse. Nel nuovo spettacolo non c’è da stupirsi se, nel corso del concerto, Alessandra, la dinamica mini-bassista, indossa una pettorina da maratoneta e si lancia in una corsa con tanto di personal-coach, né se vedere Elena, la vocalist “farsi la barba durante “Lamette” di Donatella Rettore né soprattutto nessuno immaginava la comparsa sul palco del “quinto elemento”, il quinto componente della band: “Rivoltello”, ovvero un bambolo gonfiabile che accompagna le ragazze in un paio di canzoni.

L’occasione per “sfruttare” la grande attenzione che c’è intorno alle Rivoltelle non è stata però lasciata al caso: “sono tanti i momenti in cui ci facciamo promotrici di importanti iniziative che sentiamo nostre”- racconta Elena –“senza però perdere la nostra identità precisa: siamo gente del Sud, abituata ad andare dritto al cuore.” È infatti davvero toccante il momento in cui le quattro dedicano alle donne di Teheran, promotrici recentemente della protesta dell’acqua: nessuna morale però visto che le Rivoltelle, omaggiano le donne iraniane rinfrescando le idee ai benpensanti (com’è accaduto appunto in Iran) “armate” solo di pistole ad acqua. Non poteva mancare in questo spettacolo un riferimento ad un elemento che purtroppo connota la Calabria, la criminalità.

Il concerto infatti si chiude con un momento in cui Elena e le altre, dopo aver regalato alcuni suoni tipici del Sud come il frinire delle cicale o la risacca del mare,” concludono con il più terribile dei suoni: il silenzio, quello dell’omertà; per poi cantare a squarciagola subito dopo: E tu ti lamenti, che ti lamenti? Piglia nu bastone e tira fora li denti!” Per il successo delle Rivoltelle, fortunatissimi gli inediti (che si alternano al loro iniziale repertorio fatto di canzoni edite totalmente rivisitate): dopo l’omaggio ai 150 anni dell’Unità d’Italia di “Donne Italiane” e l’accattivante “Valentina,” sono infatti al lavoro su nuove canzoni, figlie di questa splendida esperienza live che caratterizza il loro sound. “Rock e seducenti, dolci e piccanti ma soprattutto “calabresi e cittadine del mondo. Il concerto di Berlino, durante il mitico “PopKomm Festival,” nel corso del quale divideranno il palco addirittura con i “Suede” e con altre affermate band internazionali, è un riconoscimento e un nuovo solido punto di partenza.