Il portale dell'informazione.

Diamante (Cs) Continuano le iniviative culturali e turistiche.

313

DIAMANTE :: 20/03/2008 :: Continuano le iniziative promozionali turistiche e la tessitura di rapporti istituzionali da parte dell'Assessorato Al Turismo del Comune di Diamante. Alla ricerca di nuove strategie operative finalizzate a promuovere la cittadina tirrenica e a perseguire obiettivi di valorizzazione turistica e individuazione di nuovi segmenti di mercato si infittiscono le relazioni tra il Comune di Diamante e alcune amministrazioni di importanti località turistiche.

Il mese scorso, il Dr. Nilo  Arcudi, vicesindaco di Perugia, alla guida di una delegazione di presidenti dei Centri Sociali ed alcuni operatori economici, hanno visitato Diamante, le strutture recettive, gli stabilimenti balneari, gli impianti sportivi per verificare di persona la possibilità di organizzare dei soggiorni per la terza età con interscambi culturali e sociali vantaggiosi per entrambe le comunità. Ieri invece, è stata la volta dell'avvocato Stefano Giorgilli, assessore al Turismo del Comune di Fiuggi, il quale in visita ufficiale a Diamante, ha avviato con l'assessore Franco Maiolino, coadiuvato per l'occasione dal Presidente dell'Accademia del Peperoncino e da alcuni operatori del settore turistico, una intensa collaborazione, che ha sortito da subito un gemellaggio turistico culturale che prevede la partecipazione ufficiale di Diamante, nel prossimo mese di Luglio, alla rassegna etnico -culturale “ Una finestra sui Caraibi”che guarda ai nuovi orizzonti dei paesi centro-americani, e la partecipazione della cittadina termale con uno stand di rappresentanza al Peperoncino Festival, edizione 2008. “ Sono convinto” ha detto l'Assessore Maiolino, “ che le nuove strategie di attrazione turistica, vadano ricercate in questo momento di grande recessione economica e di grande competizione internazionale, in quei segmenti di turismo alternativo di cui le regioni più vicine alla nostra rappresentano un enorme potenziale. Il turismo sociale, il turismo scolastico, il turismo eno-gastronomico, il turismo religioso, il turismo congressuale, ma anche il termalismo, le attività subaquee, gli itinerari archeologici, sono i settori a cui bisogna rivolgersi ed è per questo che plaudo alle iniziative intraprese con gli amministratori delle città di Perugia e Fiuggi. Dovremo porre grande attenzione alla Puglia, alla Campania, alla Sicilia avendo la capacità di inseririrsi in quei circuiti inesauribili di flussi turistici ed economici apparentemente marginali che al momento neanche ci sfiorano. Centinaia di pulman di gite scolastiche si portano dalla Sicilia alla Romagna e viceversa transitando sulle nostre strade senza che si fermino per un panino, quando invece, è qui necessiterebbe l'intervento istituzionale regionale o ministeriale, basterebbe programmare una tappa con un pernottamento e mezza giornata di escursioni per vivacizzare un territorio che soffre una troppo lunga stagione morta. L'invito, dunque dell'assessore Maiolino a fare sinergia istituzionale nel comprensorio ( riprenderanno nelle prossime settimane i lavori  del coordinamento degli Assessorati al Turismo della Riviera dei Cedri) con il richiamo agli enti sovracomunali, soprattutto alla Regione di attivare tutti gli strumenti normativi e finanziari per aiutare i comuni e gli operatori del settore. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: