Il portale dell'informazione.

Praia a Mare (Cs) :: E' uscito il bando Umpli per il servizio civile

331

PRAIA A MARE :: 31/10/2008 :: L’UNPLI regionale Calabria in collaborazioni con le sedi locali aventi la disponibilità del Servizio Civile Nazionale, rende noto che è uscito il bando di formazione per il Servizio Civile Europeo. L’ufficio di competenza locale per la presentazione delle domande è l’ufficio IAT a gestione del servizio Civile Nazionale dell’Associazione Pro Loco Praia a Mare. L’opportunità di poter fare un esperienza all’estero nei paesi della Comunità europea e limitrofi è veramente impedibile, i periodi di volontariato partono dai due mesi ai sei mesi ai dodici mesi.

L'Unione europea sostiene opportunità di educazione non formale per i giovani attraverso il volontariato transnazionale, con il coinvolgimento diretto e attivo dei giovani in iniziative volte a soddisfare le esigenze della società in una vasta gamma di settori.

La finalità del Servizio Volontario Europeo può essere ricondotta a tre principi fondamentali:

          offrire ai giovani un'esperienza di apprendimento interculturale in contesti non formali,

che ne promuova l'integrazione sociale e la partecipazione attiva alla società, ne migliori

l'occupabilità e dia loro modo di esprimere solidarietà verso altre persone;

          dare sostegno allo sviluppo delle comunità locali;

          favorire la costituzione di nuovi partenariati e lo scambio di esperienze e di buone prassi tra i partner.

Il programma GIOVENTÙ riconosce inoltre il valore dei partenariati già esistenti, che sono stati

istituiti nel corso degli anni fra le organizzazioni e che sono stati determinanti per il successo delle

attività di volontariato.

 

Un progetto del Servizio Volontario Europeo (SVE) consente ad un giovane di svolgere attività di volontariato in un paese straniero per un determinato periodo di tempo, generalmente compreso tra sei e dodici mesi. Le attività di servizio volontario possono ad esempio riguardare il settore dell'ambiente, dell'arte e della cultura, rivolgersi a bambini, giovani o anziani o interessare il patrimonio culturale, lo sport e il tempo libero o la protezione civile.

I volontari partecipano ad attività che rispondono ai principi generali elencati di seguito. Le attività devono:

          svolgersi in un paese diverso da quello in cui risiede il volontario;

          non avere scopo di lucro e non essere retribuite;

          essere programmate, attuate ed avere un seguito in uno spirito di collaborazione fra

volontari e organizzazioni di invio e accoglienza;

          apportare un valore aggiunto all'organizzazione di accoglienza e alla comunità locale;

          non essere sostitutive di un'attività lavorativa, del servizio militare o di formule

alternative;

          avere una durata limitata nel tempo (fino a dodici mesi);

          prevedere la partecipazione di almeno uno Stato membro dell'UE.

 

 

 

 

Possono prendere parte all'Azione SVE tutti i giovani di età compresa, in linea di massima, tra i18 e i 25 anni all'inizio della loro attività come volontari, legalmente residenti in uno dei paesi del programma o in un paese terzo ammesso al progr
amma (vedi punti B.2 e B.3). In circostanze giustificate, valutate caso per caso, sono ammesse alcune eccezioni al limite massimo di età per i

giovani con minori opportunità.

Non è consentito imporre il pagamento di quote di partecipazione. Il sussidio del programma GIOVENTÙ copre le spese di viaggio, vitto, alloggio e assicurazione dei volontari, nonché una piccola indennità per i medesimi.

I volontari dedicano tempo ed energie ad un progetto a favore della comunità locale; in cambio hanno l'opportunità di mettere in pratica le proprie competenze, di acquisire un bagaglio di conoscenze culturali e sociali e di orientarsi per il futuro. Durante il servizio, i volontari devono partecipare a tutte le sessioni di formazione organizzate, sono tenuti a svolgere gli incarichi loro assegnati e hanno l'obbligo generale di contribuire alla vita dell'organizzazione e della comunità che li ospitano.

Tutti i volontari che hanno portato a termine un progetto nell'ambito del Servizio Volontario Europeo ricevono un attestato SVE firmato dal Commissario europeo competente per il programma GIOVENTÙ. I certificati sono distribuiti dalle Agenzie nazionali o, in alcuni casi, dalla Commissione europea.

 

Nell’ambito delle varie azioni e azioni secondarie possono aderire partecipanti e promotori residenti in diverse nazioni.

Si fa distinzione tra Paesi aderenti al programma e Paesi partner.

I partecipanti e promotori dei Paesi aderenti al programma possono prendere parte a tutte le azioni del programma Gioventù in Azione.

I partecipanti e promotori dei Paesi partner confinanti possono prendere parte all’azione 2 e all’azione secondaria 3.1 del programma Gioventù in Azione.

I partecipanti e promotori dei Paesi partner nel resto del mondo possono prendere parte all’azione 2 e all’azione secondaria 3.2 del programma Gioventù in Azione.

 

 

Paesi aderenti al programma – Partecipano al programma:

 

Stati membri dell’Unione Europea (UE)

Austria

Belgio

Bulgaria

Cipro

Repubblica Ceca

Danimarca

Estonia

Finlandia

Francia

Germania

Grecia

Ungheria

Irlanda

Italia

Lettonia

Lituania

Lussemburgo

Malta

Paesi Bassi

Polonia

Portogallo

Romania

Repubblica Slovacca

Slovenia

Spagna

Svezia

Regno Unito

 

 

 

 

Paesi aderenti al programma facenti parte dell'Associazione europea di libero scambio (EFTA)

e membri dello Spazio economico europeo (SEE)

Islanda

Liechtenstein

Norvegia

 

Paesi aderenti al programma candidati all'adesione all’Unione Europea

 Turchia

 

 

 

Paesi partner confinanti

 

Il programma Gioventù in Azione sostiene la cooperazione tra i Paesi aderenti al programma e i seguenti Paesi partner confinanti:

 

 

Europa sudorientale

Europa dell’Est e Caucaso

Paesi partner mediterranei

Albania

Bosnia e Herzegovina

Croazia

Ex Repubblica Yugoslava di Macedonia

Montenegro

Serbia[1]

 

Armenia

Azerbaigian

Bielorussia

Georgia

Moldavia

Federazione Russa

Ucraina

 

Algeria        

Egitto

Israele

Giordania

Libano

Marocco

Autorità Palestinese della Cisgiordania e Striscia di Gaza

Siria

Tunisia

 

Per maggiori informazioni e per il ritiro della domanda, ci si può rivolgere all’Ufficio IAT di via A. Vespucci in Praia a Mare dalle ore  9.00 alle ore 12,30 a partire dal 3 Novembre 2008.

 

La scadenza delle domande è stata fissata per il 14 Novembre alle ore 12,00

 

 

Il Presidente

dell’Associazione Pro Loco Praia a  Mare

Francesco Di Giorno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: