Il portale dell'informazione, ogni giorno è un grande giorno.

Rende :: Continuano i controlli dei Carabinieri nel territorio.

0 76

RENDE :: 12/01/2018 :: Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Rende hanno proseguito l’attenta azione di controllo del territorio mettendo in campo, su indicazione del Comando Provinciale Carabinieri di Cosenza, servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in genere, nonché alla verifica del rispetto del Codice della Strada, in particolare:

I militari dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Rende hanno deferito in stato di libertà:

  • per il reato di “Combustione illecita di rifiuti” un 45enne un 29enne e un 22enne di Cosenza. I militari operanti, unitamente ai colleghi della Stazione dei Carabinieri Forestali di Acri hanno sorpreso i tre uomini in Rende (Cs), contrada Cutura, mentre incendiavano illecitamente materiale ferroso, plastica e vetroresina;
  • per il reato di “Rifiuto di indicazioni sulla propria identità” un 42enne di Cosenza. L’uomo, controllato dai militari operanti in Rende (Cs), si rifiutava di fornire le proprie generalità;
  • per i reati di “Falsa attestazione sulla propria identità” e “Inosservanza degli obblighi imposti dall’Autorità”, un 43enne di Cosenza. L’uomo, sottoposto alla misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali nel comune di Cosenza, controllato dai militari operanti, in Rende (Cs), allo scopo di eludere il controllo, esibiva il documento di identità del fratello gemello.

Sul piano dell’azione di contrasto alla diffusione di sostanze stupefacenti, hanno segnalato alla prefettura di Cosenza quali “Assuntori di sostanze stupefacenti” un 20enne di Cerisano (Cs) e un 22enne di Lamezia Terme (Cz). I militari operanti, a seguito di perquisizione personale rinvenivano, nella disponibilità dei giovani, complessivamente grammi 2 di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” sottoposta a sequestro.

I militari della Stazione Carabinieri di Torano Castello hanno deferito in stato di libertà per il reato di “Truffa on-line” una 43enne di Napoli. I militari operanti accertavano che la donna, dopo aver messo un annuncio di vendita di “ammortizzatori per auto” su un noto sito internet di compravendita, incassava la somma di 160€ dall’ignara vittima, un 36enne residente a Torano Castello (Cs), dopodiché faceva perdere le proprie tracce senza consegnare la merce.

I militari della Stazione Carabinieri di Rose hanno deferito in stato di libertà per il reato di “Guida in stato di ebbrezza”, un 27enne (1,17 g/l) di Luzzi (Cs). I militari operanti controllavano il giovane alla guida della propria autovettura e, sottoposto ad accertamento etilometrico, risultava positivo con un tasso alcolemico nel sangue superiore ai limiti previsti dalla legge. La patente veniva immediatamente ritirata e l’autovettura affidata a persona idonea alla guida.

I militari della Stazione Carabinieri di Montalto Uffugo hanno deferito in stato di libertà per il reato di “Mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del Giudice” una 40enne di Lamezia Terme (Cz). I militari operanti accertavano che la donna, dal mese di settembre 2017, impediva al proprio ex marito di vedere il figlio minore, violando le disposizioni del Giudice.

I militari della Stazione Carabinieri di Acri hanno deferito in stato di libertà:

  • per il reato di “Guida in stato di ebbrezza”, un 25enne (2,37 g/l) di Acri (Cs). I militari operanti controllavano il giovane alla guida della propria autovettura e, sottoposto ad accertamento etilometrico, risultava positivo con un tasso alcolemico nel sangue superiore ai limiti previsti dalla legge. La patente veniva immediatamente ritirata e l’autovettura affidata a persona idonea alla guida.
  • per il reato di “Lesioni personali aggravate” un 51enne di Acri (Cs). I militari operanti accertavano che l’uomo, a seguito di una lite per futili motivi, aggrediva con una pala un 22enne afghano, causandogli una profonda lesione al cranio a causa della quale si trova tuttora ricoverato presso l’Ospedale dell’Annunziata di Cosenza in prognosi riservata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: