Il portale dell'informazione calabrese.

Roma :: Regole e divieti per Natale e Capodanno.

59

ROMA :: 21/12/2020 :: I giorni di zona rossa vanno dal 24 al 27 dicembre, dal 31 dicembre al 3 gennaio e dal 5 al 6 gennaio. I giorni di zona arancione vanno dal 28 al 30 dicembre e il 4 gennaio.

Nei giorni di zona rossa è vietato spostarsi tranne che per i soliti motivi: lavoro, salute, necessità. E’ consentito viaggiare per fare rientro nella propria residenza o domicilio. In tutti i casi sarà necessaria l’autocertificazione. Nei giorni di zona arancione sono consentiti tutti gli spostamenti ma solo all’interno del proprio comune. Chi vive in centri con meno di 5mila abitanti si potrà spostare nel raggio di 30 chilometri ma non per raggiungere capoluoghi di provincia.

Familiari, fidanzati e anche amici potranno incontrarsi nei giorni festivi e prefestivi e quindi festeggiare insieme sia a Natale che a Capodanno rispettando la regola del +2.  Una famiglia potrà invitare a casa un massimo di due persone (nel conteggio non rientrano gli under 14 e le persone non autosufficienti). Gli incontri potranno avvenire, una volta al giorno, con spostamenti dentro la Regione. Per intenderci: o a pranzo o a cena. Resta comunque il coprifuoco alle 22.

Vale la regola del buon senso, ma il decreto non prevede alcuna restrizione negli incontri né alcuna giustificazione per chi esce di casa.

Andare nelle seconde case all’interno della stessa Regione sarà sempre possibile durante l’intero periodo delle feste, ovvero dal 24 al 6 gennaio.

Bar e ristoranti chiuderanno dalla vigilia di Natale fino al 7 gennaio. Niente pranzo fuori il giorno di Natale o per Capodanno. Non solo: niente colazioni e aperitivi, neanche seduti al tavolo fino alle 18. Resta consentito il servizio a domicilio e l’asporto entro le 22. Unica eccezione gli autogrill lungo le autostrade e i bar in stazioni e aeroporti: questi resteranno aperti.

I supermercati resteranno sempre aperti tranne che il giorno di Natale e il primo dell’anno. Per i negozi invece sono previste aperture a singhiozzo, calendario alla mano. Nei giorni in rosso resteranno tutti chiusi (tranne naturalmente farmacie, parafarmacie, librerie, edicole, fiorai, negozi di giocattoli e abbigliamento sportivo, tabacchi e ferramenta, lavanderie e negozi per animali, parrucchieri e barbieri). Nei giorni in arancione potranno aprire gli esercizi commerciali di qualsiasi tipo, con orari continuati e allungati fino alle 21 per evitare assembramenti.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: