Il portale dell'informazione.

Santa Maria del Cedro (Cs) :: Grande evento dei Cameristi di Laos al Carcere dell’Impresa.

266

SANTA MARIA DEL CEDRO :: 03/01/2008 :: Complice la surreale atmosfera notturna del Carcere dell’Impresa, il 6 gennaio si esibiranno a Santa Maria del Cedro “I Cameristi di Laos”.Presso il Museo del Cedro, il concerto natalizio – organizzato dal Consorzio del Cedro di Calabria, da sempre attento, nella persona del Presidente, Angelo Adduci, alle tradizioni ma anche ai giovani artisti di Santa Maria del Cedro – alle ore 20,30 permetterà l’ascolto di musicisti che sono una nuova scoperta calabrese.

La manifestazione è organizzata con il patrocinio della Regione Calabria-Assessorato all’Agricoltura,della Provincia di Cosenza e del Comune di Santa Maria Del Cedro.Il concerto si muove intorno alle composizioni del maestro Salvatore Sangiovanni, artista di Santa Maria del Cedro premiato in numerosissimi concorsi nazionali, il quale scrive pensando ad un organico che va dallo strumento solo alle formazioni da camera dal duo in poi, sino alle concertazioni per orchestra da camera e sinfonica.Il 6 gennaio I Cameristi di Laos, orchestra nata dall’incontro di musicisti calabresi, si esibiranno in un concerto per pianoforte e orchestra e, tra l’altro, anche in estratti musicati per soprano e archi deI Canzùni i Malarràzza”, su testo di Franco Galiano, poeta e Presidente Onorario della stessa Orchestra.L’Orchestra, diretta da Robert William Hix, che vanta un ampio curriculum, volge lo sguardo a Laos, mitica città magno-greca, ed è allo stesso tempo intrisa dalla freschezza e novità propria dei giovani che la compongono, con i loro archi e i loro fiati, accompagnati dalla splendida voce della Soprano Antonella Biondo.Nelle composizioni e nelle esibizioni di questi mirabili artisti si rinvengono, come da loro stessi affermato, “tematiche musicali dal sapore classicista, contaminate da sonorità contemporanee e jazzistiche, senza disdegnare poetiche dal sapore pastorale e antico, che ben si sposano con quell’idea di luce mistica che da sempre inebria il territorio della Magna Grecia. Insomma, un concetto classico, esempio secolare di eleganza e sobrietà, che qui rappresenta una morbida base armonica su cui definire il nascere e l’evolversi di dominanti musicali perfettamente discordi quanto magicamente concordi nella realizzazione di un ideale estetico post moderno, nuovo, brillante e assolutamente colto quanto popolare”.Appuntamento, dunque, il 6 gennaio, alle 20,30 presso il Carcere dell’Impresa di Santa Maria del Cedro, per poter gustare, in una magica atmosfera intrisa dal profumo del cedro grazie al Consorzio del Cedro di Calabria, le note de I Cameristi di Laos, i quali fortemente affermano: “Crediamo nel disegno di una rivoluzione culturale, in questo periodo di asettica sterilità di una certa espressione musicale; abbiamo piena coscienza delle nostre risorse e della necessità di “raccontarci”, di “raccontare” lontano le nostre emozioni, nella composizione come nell’interpretazione, fatti di musica e di magia”.

In contemporanea al concerto, sarà presentata la mostra dello scultore Franco Salemme dal titolo “Tra Terra e Oro”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: