Il portale dell'informazione calabrese.

Santa Maria del Cedro :: Sofferenza per la prematura scomparsa di Angelo Silvestri.

304

SANTA MARIA DEL CEDRO :: 10/09/2007 :: Le comunità di Verbicaro, di Santa Maria del Cedro, di Marcellina, l’Associazione Futura di Pastina, il Club Alpino Italiano , il mondo della scuola e del volontariato in una giornata di dolore per la scomparsa prematura di Angelo Silvestri , uomo di grande rigore morale, ottimo docente ed educatore  molto amato dai ragazzi  , hanno partecipato commossi all’ultimo saluto del caro Angelo. Il viaggio nella vita si è spezzato dopo una lunga  battaglia contro un male incurabile.

A 48 anni Angelo si è visto spezzare la vita da un destino incomprensibile e crudele. Migliaia di persone proveniente da tutti i paesi della costa tirrenica si sono sentiti con l’anima soffocata e tristi. Perché? Perché  Angelo era uno splendido uomo che ha combattuto sin  da ragazzo con forza le ingiustizie. Ha combattuto la battaglia del bene contro il male. Ha lottato con coraggio per dare un contributo positivo all’immagine della nostra terra di Calabria. Angelo era un uomo vero che ancora con grande forza e coraggio ha combattuto per otto anni con dignità e con  il sorriso sulle labbra  la battaglia per la vita. Oggi Angelo viene ricordato per la sua semplicità, per la sua rettitudine morale.. Il suo sogno è sempre stato la produzione di valori per una comunità pulita contro le spinte di deformazione della società dei consumi, produttrice: di falsi valori, di violenze, di degrado  e di superficialità. Angelo nella sua vita anche se  spezzata in giovane età è stato un soggetto vivo, ricco di idee e di proposte.   Sua negli anni ottanta la prima proposta di legge per la tutela del Cedro, frutto conosciuto in tutto il mondo, sua l’idea di dar vita ad un centro di aggregazione in contrada Pastina  per far uscire dall’isolamento una zona periferica punto di passaggio per Verbicaro.

Negli anni ottanta ha ricoperto la carica di segretario della locale sezione del Pci di Marcellina. Anche nelle ultime ore di vita , quando ormai era consapevole che la partita più importante era  persa si è rivolto alle sue preziose figlie, alla sua cara moglie e a tutti i familiari dicendo di non dimenticare mai la via maestra  della vita “la rettitudine morale”. Si è congedato con serenità dicendo “Vi voglio bene a tutti”. Angelo ha lasciato la vita terrena, ma ha lasciato ,anche , un patrimonio di valori e di ideali fondamentali per i suoi figli,per la sua famiglia e per tutti noi . E per questi suoi esempi dovrà essere sempre ricordato e portato nel cuore.Il Presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio , i Sindaci e i Presidi del comprensorio hanno espresso il loro sentito cordoglio alla famiglia per la perdita del loro Caro.

Francesco Silvestri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: