Il portale dell'informazione.

Scalea (Cs) :: Il Sindaco interrompe le vacanze a causa dell'antenna di localit?† Pantano.

260

SCALEA :: 06/01/2008 :: E’ arrivato ieri sera intorno alle ore 20 il tanto atteso intervento del sindaco di Scalea Mario Russo sulla questione antenna che ormai da quattro giorni tieni inchiodati i manifestanti nei pressi del sito destinato al ripetitore telefonico in località Pantano. Richiamato dall’emergenza scoppiata nei giorni scorsi, Russo è rientrato dalle vacanze con qualche giorno d’anticipo per rendersi conto di persona della situazione ed è intervenuto mettendo in chiaro alcuni dettagli abbastanza significativi in merito alla vicenda. Secondo quanto affermato da Russo esisteva una sorta di accordo con la ditta Planet secondo il quale la discussione circa l’installazione dell’antenna era stata rinviata a dopo l’epifania.

La ditta, forte della vittoria in ricorso al Tar ha invece iniziato i lavori qualche notte addietro forte anche della revoca del provvedimento di sospensione dell’ufficio tecnico del comune di Scalea del 15 dicembre scorso. Russo si è detto stupito del fatto che l’ufficio tecnico abbia agito di propria iniziativa revocando la sospensione e dando campo libero alla ditta. Eppure, secondo quanto affermato dal sindaco di Scalea, la legislazione italiana conferisce agli uffici la piena discrezionalità in merito alla questione tecniche, quindi di fatto la revoca della sospensione non rappresenterebbe un abuso, piuttosto una mancanza di riconoscimento dell’autorità del primo cittadino da parte di Antonio Amato, capo dell’ufficio tecnico e fratello della signora Rita Amato proprietaria del terreno su cui dovrebbe sorgere l’antenna. Per quel che riguarda, invece, le azioni da porre in essere per risolvere in maniera definitiva la questione e accogliere le richieste della popolazione che non vuole l’antenna, Russo ha dichiarato che non ha intenzione di emettere una nuova ordinanza di revoca la quale non risolverebbe il problema ma lo rinvierebbe nuovamente. L’azione amministrativa sarà orientata a risolvere definitivamente il caso in maniera inappellabile e secondo quanto dichiarato dal sindaco esisterebbero già diverse motivazioni per ottenere la revoca definitiva. Alla notizia della richiesta di convocazione del consiglio comunale straordinario presentata da alcuni consiglieri comunali il sindaco ha risposto che farà in modo che questa assise non sia necessaria contando di risolvere il problema ancor prima di martedì quando sarà convocato il tavolo di confronto alla presenza di rappresentanti della ditta Planet, di alcuni esponenti del comitato e dell’amministrazione comunale di Scalea. I manifestanti da parte loro hanno confermato la volontà a presidiare la zona ad oltranza. 

Gaetano Bruno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: