Il portale dell'informazione.

Castrovillari (Cs) :: Stipulato protocollo d’intesa Comune ed Asp.

292

CASTROVILLARI :: 15/10/2008 :: Nei giorni scorsi tra l’ASP (Azienda Sanitaria Provinciale) e il Comune di Castrovillari è stato stipulato un importante Protocollo d’Intesa, per l’utilizzo congiunto degli operatori dell’equipe socio-psico pedagogica”. Lo rende noto l’assessore alle politiche sociali, l’avvocato Pierpaolo Nucerito, il quale precisa che “Tale atto, consente una migliore razionalizzazione degli interventi per la realizzazione del sistema integrato dei servizi sociali e socio-sanitari, anche alla luce della normativa nazionale e regionale.

Il Protocollo- aggiunge l’amministratore-  interessa n. 11 operatrici che dal 1990 stanno lavorando per i Servizi Sociali Comunali, garantendo interventi in settori come: segretariato sociale, affido ed adozioni, assistenza domiciliare, handicap, assistenza scolastica ecc comprendo la vasta area del welfare comunale e territoriale. “La legge regionale n. 9/07 ha stabilito- chiarisce ancora Nucerito-, tra l’altro, il trasferimento e l’assegnazione definitiva del personale socio-psico-pedagogico dall’ente regionale alle ASP, in vista dell’attuazione delle linee attuative della legge per l’organizzazione e gestione del sistema integrato dei servizi sociali, nei diversi distretti socio-sanitari. “Al fine di non disperdere il patrimonio professionale e di competenze acquisito da detto personale nel Comune di Castrovillari, in quindici anni di attività – rammenta l’Assessore alle Politiche Sociali Pierpaolo Nucerito – è stato chiesto al Direttore Generale dell’ASP, dottore Franco Petramala, il quale come sempre si è dimostrato disponibile e soprattutto sensibile, a consentire la continuità di questa esperienza operativa a Castrovillari, estendendola anche ai Comuni che, appunto, fanno parte del Distretto socio sanitario n. 2. Da entrambi le parti si è convenuto – spiega Nucerito- che un’organizzazione sinergica delle attività assicurate in favore di tutto il territorio, attraverso le unità dell’equipe, contribuisca a raggiungere più fasce della popolazione  nello spirito della collaborazione, corresponsabilità e, soprattutto, della sussidiarietà. Del resto l’esperienza consortile, portata avanti oramai da più di due anni, va proprio in questa direzione; vale a dire favorire gli stessi interventi quali-quantitativi a tutti i residenti, senza alcuna distinzione. “Mi corre l’obbligo, – ha continuato l’Assessore Nucerito, esponente dell’Associazione Liberi e Forti – ringraziare il Direttore del Distretto Sanitario n. 1 dell’ASP, dott. Mario Mortati e il Responsabile dei Servizi Sociali Comunali, dott. Ugo Ferraro, per l’instancabile impegno profuso per favorire questa soluzione, mettendo a disposizione le loro capacità gestionali sia dei processi d’intervento che di organizzazione del personale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: