Il portale dell'informazione.

Diamante (Cs) :: E’ ancora scontro sul Psc

309

DIAMANTE:: 17/12/2008 :: Dopo la tavola rotonda promossa da Forza Italia, Savarese e Cavalcanti criticano la maggioranza: “predica partecipazione ma ha abolito le commissioni e la convocazione del prossimo consiglio è l’ennesimo atto illegittimo”

E’ ancora presto per respirare l’atmosfera natalizia. Specialmente se si parla di argomenti delicati come il piano strutturale comunale. L’intenzione del club cittadino di Forza Italia di arrivare alla formazione di un “urban center” per la partecipazione democrazia circa lo strumento urbanistico, non ha resistito alla presenza di esponenti di maggioranza e opposizione i quali hanno dato un assaggio dei contenuti del prossimo consiglio comunale previsto per venerdì 19 dicembre. Se il suggerimento dell’architetto Adriano Pedullà, presidente del circolo azzurro, a costituire uno o più laboratori di partecipazione per promuovere la trasparenza a vantaggio della legalità su un tema delicato come il psc è stato in un primo momento accolto indistintamente dalla maggioranza quanto dalla opposizione, l’intervento del consigliere Savarese ha spezzato l’incantesimo del buonismo a tutti i costi mettendo sulla tavola rotonda del dibattito alcune piccanti considerazioni. Il consigliere di Insieme per Rinascere ha di fatto accusato la maggioranza, rappresentata nell’occasione dal vicesindaco nonché assessore all’urbanistica Gaetano Sollazzo, di predicare bene e razzolare male. “E’ facile dire di si a proposte di democrazia partecipata – ha commentato Savarese – tutt’altro discorso è metterle in pratica. Questa amministrazione che è d’accordo su partecipazione, pubblicità degli atti e trasparenza – ha poi ricordato il consigliere di opposizione –  è la stessa che ha omesso la pubblicazione degli incarichi per la redazione del psc”. Altro dubbio sollevato da Savarese riguarda la volontà di confronto della giunta Magorno: “prima di consultare i cittadini la giunta dovrebbe consultare i rappresentanti istituzionali. Invece questa maggioranza ha soppresso strumenti come le commissioni di cui il precedente consiglio comunale era dotato”. I rappresentanti di Forza Italia si sono trovati, loro malgrado, a fare da arbitri ad un round preliminare del prossimo consiglio comunale. “Un nuovo atto illegittimo – ha commentato Cavalcanti del gruppo Il Risveglio – perché nonostante l’ordinanza cautelare del tar dell’11 Dicembre con la quale è stata sospesa l’efficacia di tutti gli atti amministrativi la maggioranza ha convocato un consiglio comunale in seduta straordinaria per venerdì ponendo all’ordine del giorno 12 punti di urbanistica, tra cui 7 approvazioni di nuove lottizzazioni e 3 approvazioni di progetti in variante al vecchio Piano Regolatore”. Altro che atmosfera natalizia.

 

Gaetano Bruno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: