Il portale dell'informazione.

Diamante (Cs) :: Sbagliare ?® umano, perseverare ?® diabolico.

331

DIAMANTE :: 10/09/2008 :: Sin dal primo consiglio comunale, giugno 2007, noi del “Risveglio” abbiamo sottoposto all’attenzione dell’Amministrazione, l’importanza di redigere l’obbligatorio Piano Strutturale Comunale (P.S.C.), con l’annesso Regolamento Edilizio ed Urbanistico (R.E.U.), quale unica salvaguardia del territorio, avviando nel più breve tempo possibile la procedura prevista dalla vigente normativa, considerando anche il notevole ritardo accumulatosi, e l’imminente termine per l’affidamento dell’incarico fissato inizialmente a dicembre 2007, successivamente prorogato a giugno 2008 ed infine al 19 settembre prossimo.

In ogni occasione pubblica abbiamo ribadito la necessità e l’urgenza di provvedere all’affidamento di tale incarico, da  ultimo, a fine maggio, nel corso della visita di Legambiente Calabria presso la Casa Comunale, ripresa da Telediamante, il Consigliere Cavalcanti ha rivolto l’ennesimo appello al Sindaco invitandolo ad avviare tempestivamente le procedure di affidamento nei modi e nei termini di legge. Nonostante i ripetuti inviti, la Giunta Magorno, attraverso alchimie amministrative, tenta di eludere la normativa,  ricorrendo ad incarichi di fiducia e a contratti a tempo determinato, supportata dal “barone” della politica il quale, ricevuta l’agognata delega all’urbanistica, dimostra di essere, sempre più, il vero sindaco di Diamante. Ricordiamo che la stessa amministrazione comunale con ILLEGITTIMA Delibera di Giunta n. 72 del 7/11/2007 tentò di affidare l’incarico per la redazione del P.S.C. e del R.E.U. del Comune di Diamante ad un professionista  esterno di fiducia. L’atto fu da noi prontamente denunciato e furono costretti ad abbandonare l’idea di gestire il territorio, quello che resta, purtroppo, a proprio uso e consumo. Non contenti, i nostri attenti amministratori, mediante Decreto del Sindaco n. 4 del 21/04/2008, supportato dalla Determinazione del Responsabile dell’Ufficio Personale n. 60 del 24/04/2008, conferivano incarico fiduciario esterno ex art. 110, comma 2, del TUEL, con  contratto di lavoro part-time (18 ore settimanali) e a tempo determinato (fino al 31/12/2008), all’Ing. Tiziano Torrano, nominandolo, prima, Responsabile dell’Ufficio Tecnico, settori: LL.PP., Espropri, Manutenzione e Sicurezza, e  successivamente con illegittima Delibera della Giunta Comunale n. 48 del 3/06/2008 gli affidavano la redazione del Piano Strutturale Comunale, in qualità di unico progettista responsabile, in una sorta di  gruppo di lavoro interno, costituito dallo stesso Ing. Torrano e dal Geom. Vincenzo Vaccaro, Responsabile del Settore Urbanistica. Da un attento studio degli atti predisposti, suffragato da numerosi riferimenti normativi, abbiamo rilevato una dozzina di motivi che rendono illegittimi tali atti, tra cui, per citarne alcuni:

 

·       Violazione art. 42, c. 1-2, del TUEL (obbligatoria preventiva presentazione e approvazione in Consiglio Comunale degli atti di governo del territorio);

·       Violazione art. 107 del TUEL (incompetenza relativa per materia – la delibera di affidamento dell’incarico è stata assunta dalla Giunta Comunale anziché dal Responsabile dell’Ufficio);

·       Violazione art. 69 L.R. Calabria N.19/2002 (Gli affidamenti degli incarichi di pianificazione devono prevedere obbligatoriamente procedure concorsuali ad evidenza pubblica);

·       Violazione Cap. I, p. 6.2, ultimo comma, D.C.R. 106/2006 (Linee Guida) (L’elaborazione del P.S.C. deve essere affidata ad una equipe multidisciplinare);

·       Violazione art. 20, c. 4 e art. 50, c. 4 L.R. Calabria N.19/2002 (Obbligo di redazione della relazione geomofologica e agro-pedologica);

·       Violazione art. 69 L.R. Calabria N.19/2002 (Mancata pubblicazione degli Avvisi Pubblici di affidamento degli incarichi sul BUR Calabria);

·       Violazione art. 9, L.R. Calabria N.14/2006 (Mancato rispetto dei termini fissati dalla legge
per la presentazione delle domande di partecipazione agli Avvisi di Gara);

·       Violazione della normativa nazionale e comunitaria in materia di affidamento d’incarico di pianificazione territoriale (D.Lgs. 163/2006 – D.Lgs. 165/2001 – Direttive Europee 2004/17/CE e 2004/18/CE);

·       Violazione della disciplina generale sul pubblico impiego (Va evitato il conflitto d’interesse: il controllore non può essere il controllato!).

 

Pertanto, certi dell’importanza vitale che la redazione del PSC e del REU riveste per l’intero paese, e delle  inimmaginabili conseguenze che una illegittima procedura di affidamento, in tale delicatissimo campo, comporterebbe, invitiamo il Sindaco a ravvedersi, facendo annullare in autotutela dalla Giunta e dal Responsabile all’Urbanistica, la delibera e le determine illegittime, predisponendo una CORRETTA PROCEDURA, SECONDO QUANTO DISPOSTO DALLA VIGENTE LEGISLAZIONE IN MATERIA, in modo da affidare l’incarico, avendo  come obiettivo finale la qualità della prestazione professionale, nel rispetto dei principi di efficienza ed efficacia, di non  discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità, trasparenza e concorrenzialità fra gli operatori. Al contempo si invitano le autorità, le istituzioni e gli ordini professionali informati dell’ennesimo abuso perpetrato, ad intervenire, secondo le proprie competenze, per reprimere ed impedire il ripetersi di simili illegali comportamenti da parte dell’Amministrazione Comunale di Diamante. In conclusione caro Sindaco consentici di dire: Non ti accorgi che la tua Amministrazione fa  acqua da tutte le parti? Allora, sempre per il bene del Paese … DIMETTITI, la popolazione ne ha davvero bisogno!

 
Fabio Cavalcanti e Francesco Liserre

Gruppo Consiliare “Il Risveglio – L’Alba del nuovo giorno”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: