Il portale dell'informazione calabrese.

Isola Capo Rizzuto :: Assemblea nazionale delle confraternite a Siderno.

308

ISOLA CAPO RIZZUTO :: 11/05/2008 :: Con l’auspicio di dare vita ad un tavolo di concertazione che sia il più vicino possibile al mondo del volontariato, le autorità della provincia reggina hanno dato la loro disponibilità a collaborare con il movimento delle Misericordie d’Italia, in occasione dell’annuale assemblea nazionale che la Confederazione quest’anno ha deciso di svolgere a Siderno presso il Grand hotel President. 

“Quest’anno la scelta del luogo di incontro – ha spiegato nella sua relazione il presidente nazionale delle Misericordie d’Italia, Gabriele Brunini – è ricaduta su questa terra, così lontana dalle nostre radici, perché siamo orgogliosi della nostra secolare vocazione e vorremmo condividerla con voi, società civile, uomini di Chiesa e istituzioni di una Regione che oggi più che mai  ha bisogno di un messaggio di speranza. La sanguinosa cronaca di queste ultime settimane, se da un lato ci ferisce e ci preoccupa, dall’altro non ha fatto che rafforzare le motivazioni che ci hanno condotto a voi e  ci hanno spinto ad organizzare in questo luogo l’annuale assemblea”. Con la promessa di un impegno “personale” l’assessore alle riforme  e al personale della Regione Calabria, ha risposto all’esigenza dell’associazione assicurando la sua disponibilità per dare vita ad una serie di incontri in sinergia con l’assessorato regionale alla sanità, “affinché le problematiche possano essere concretamente risolte anche grazie all’attivazione di servizi efficaci ed efficienti che diano risposte al territorio” plaudendo alle attività svolte all’interno del Cda di S.Anna dai volontari della Misericordia di Isola e anticipando che farà di tutto per eliminare il pagamento del bollo sulle ambulanze, come richiesto nel suo intervento dal presidente regionale dell’Anpas Salvatore Valerioti. Importanti le testimonianze di tre confraternite di Misericordia (Isola Capo Rizzuto, Siena e Rosolini), che hanno messo in luce gli sviluppi che l’associazione ha portato nei loro territori. In particolare il governatore della confraternita di Isola, nonché coordinatore regionale delle Misericordie della Calabria e consigliere di Presidenza, Leonardo Sacco, ha ripercorso i 20 anni di attività della Misericordia di Isola che si è rivelata tappa fondamentale nel progetto di crescita della comunità isolitana. “Quando penso alle attuali tre ambulanze, tutte provenienti dalla fabbrica, ai quattrocento soccorsi del 2001, al pulmino per i servizi sociali, al pullman per il trasporto dei ragazzi, alla cucina mobile, alle numerose attrezzature per la protezione civile, al numero dei volontari, al servizio presso il Cda di S.Anna (il Centro d’accoglienza più grande d’Europa) e alle innumerevoli uscite in alluvione, mi chiedo se vi sia bisogno di altre prove per credere ai miracoli”. Al convegno ha partecipato anche Mons. Cornelio Femia, Vescovo della Diocesi di Locri Gerace entrato in carica proprio ieri. “La carità è il valore più alto del cristianesimo” ha affermato. “Non esiste salvezza   personale se non si aiuta quella degli altri. Voi siete laici, e il laico ha il compito di portare all'interno  della Chiesa le tristezze e le gioie del mondo. Ma ha anche il compito di portare al mondo il seme della  misericordia cristiana attraverso la propria opera”. Presenti all’incontro anche i sindaci di Siderno, Alessandro Figliomeni, e Locri, Francesco Macrì, l’assessore provinciale per la protezione civile Antonio Scali e il consigliere del Csv Filippo Tedesco.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: