Il portale dell'informazione.

San Giovanni in Fiore (Cs) :: Notte Bianca: Nessun Dorma. La Sila. Bianca anche d’estate.

257

SAN GIOVANNI IN FIORE :: 04/08/2008 :: 9 Agosto 2008: è Notte Bianca a San Giovanni in Fiore. L’evento organizzato dal Comune di San Giovanni in Fiore, in collaborazione con l’Associazione Culturale “La Testata”, cerca la conferma del successo riscontrato nelle due precedenti edizioni. Quest’anno la Notte è dedicata al viaggio. Il viaggio dei sensi, sollecitati attraverso la musica, le danze, il teatro e il cabaret che animeranno la notte. Il viaggio della memoria, per ricordare il centenario della tragedia mineraria di Monongah (West Virginia), in cui, tra gli altri, persero la vita oltre trenta emigrati sangiovannesi.

Viaggio dunque, come sinonimo di emigrazione, di terre lontane e straniere, ma anche di affascinanti luoghi esotici. La Notte Bianca quest’anno è tutto questo! Si parte dalla Sila on the beach: una vera e propria spiaggia verrà ricreata per fare da scenario all’area fitness e relax, in cui si alterneranno nove presenter provenienti da diverse palestre della Calabria. Quindi sarà possibile salutare l’arrivo della notte con l’inaugurazione della mostra nel II° meeting della fotografia, brindando con l’aperitivo Happy Whitenight servito nei locali della città. Per cena si potranno gustare, nei ristoranti aderenti all’iniziativa, le delizie dei menù notte bianca. Poi ci si immerge nella notte che, attraverso le calienti suggestioni latino americane, ci porta fino ai Caraibi, a Cuba, con la musica dei Perito y su so de buonafè e le sensuali movenze di Yura e Arlyett e delle Cubasi. Viaggiano, portando in giro la loro “meravigliosa diversità”, i ragazzi dell’Associazione “Handicap e non solo” che insceneranno una brillante commedia in vernacolo dal titolo “Quannu Mammata t’ha fattu”. Il cuore della notte batte all’unisono con il ricordo del viaggio senza ritorno di chi a Monongah ha perso la vita. A costoro saranno dedicate le affascinanti note di Gianmaria Testa, il più grande interprete contemporaneo italiano della musica d’emigrazione, vincitore nel 2007 del premio Tenco, che sarà accompagnato dal clarinettista jazz Gabriele Mirabassi. Le emozioni suscitate da Testa lasceranno spazio alle risate del cabaret targato Zelig di Franco Neri che, al grido di “Franco oh Franco”, racconta con ironia e umorismo i calabresi che emigrano, che vanno verso il Nord d’Italia portando con sé la loro inconfondibile calabresità, perchè: “Ogni mondo è paese se c’è un calabrese”. Come ogni viaggio che si rispetti a farci compagnia ci sarà la radio, con PRL 101.7 radio ufficiale della Notte Bianca che seguirà tutto l’evolversi dell’evento.

E allora, il 9 agosto NESSUN DORMA: si Viaggia!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: