Il portale dell'informazione calabrese.

Santa Maria del Cedro (Cs) :: Un progetto dedicato ai giovani.

313

SANTA MARIA DEL CEDRO :: 18/01/2008 :: È stato dato l’avvio, da parte dell’Associazione C.S.S.D. – Centro Studi sulle Devianze con sede in Cosenza – , e del Comune di Santa Maria del Cedro,  in particolare dal Sindaco Francesco Maria Fazio e dall’Assessore ai Servizi Sociali e Pari Opportunità Marisa Ruffo,  al progetto  denominato “I Giovani e Santa Maria del Cedro… Istruzione per l’uso”, il quale interessa ad oggi 21 giovani del centro tirrenico, selezionati sulla base di un bando pubblico.

Attraverso indicatori ben precisi, sono stati individuate le potenzialità di ciascun giovane, per poter essere canalizzato verso una concreta operatività.  Il tutto verrà realizzato attraverso   forme di collaborazione tra le diverse istituzioni  e organizzazioni che operano a contatto con la realtà giovanile, nonché attraverso l’elaborazione delle strategie e servizi di “rete”, dirette a facilitare l’integrazione tra giovani e comunità locale.Il progetto è rivolto ai giovani del territorio, e si sviluppa su una rilevante e ambiziosa idea progettuale delle esperte Tullia Lio e Maria Ferraro e dell’Assessore Ruffo.  Il Progetto, che è stato concertato con  l’Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Calabria, che ha inteso finanziare l’attività, ha riscontrato altresì il favore per la realizzazione del Sindaco Fazio, attento da sempre alle esigenze del territorio. L’obiettivo del progetto,  individuato come mezzo utile a determinare le responsabilità di una funzione educativa, preventiva e orientativa al mercato del lavoro, sostanziale, è quello di incentivare al massimo la determinazione e la volontà di cambiamento dei giovani, non sempre scontate, e da sostenere anche attraverso iniziative e progettualità in loro favore.“Predisponendo tale  attività progettuale, infatti, si è inteso favorire – ha affermato l’Assessore Ruffo” – i  giovani in stato di svantaggio ed esclusione sociale, poiché  l’intervento si propone una funzione educativa orientativa e rimotivazionale sostanziale. Tra i contenuti innovativi, il progetto – formulato a larghe maglie e articolato per settori – trova il suo aspetto innovativo nella dilatazione diffusa su tutti i percorsi che la scuola, il territorio, la famiglia e il settore dei servizi, intraprendono”. E’ stata a tal fine proposta ed  elaborata un’indagine che ha rilevato come i giovani di Santa Maria del Cedro – circa 1252 soggetti, dai 12 ai 30 anni, dunque il 25% della popolazione – percepiscono il rispetto delle regole nel quotidiano. In modo specifico, dunque, il progetto trova gli agganci dentro segmenti di operatività mirata, ponendo in evidenza il concreto legame ad ambiti strettamente calibrati alle fasce di età, investendo per tempo sulle giovani generazioni che disconoscano le regole del vivere sociale, avvicinandoli in tal modo alla legge, vista come reale, operante, non lontana, scritta e fredda. Le varie attività saranno svolte presso un sito individuato dall’ Assessore Ruffo e ubicato a Marcellina, frazione di Santa Maria del Cedro. Tra le tipologie di azioni sono state previste attività di Orientamento al mercato del lavoro, consulenza, attività promozionali da contrapporre al disagio giovanile, il potenziamento di strutture esistenti, individuate  come siti per prevenire il disagio giovanile e  le situazioni di conflitto e  di allarme che esso può generare.  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: