Il portale dell'informazione calabrese.

Scalea :: Successo per il convegno Autunno Ecologista.

307

SCALEA :: 17/11/2008 :: Autunno ecologista: su questo tema è stato incentrata una serie di incontri che hanno posto al centro del dibattito politico le tematiche ambientali e le prospettive di un prossimo futuro per il Governo della Calabria. L’ultima tappa itinerante quella che si è svolta sabato scorso a Scalea, organizzata dalla Federazione regionale dei Verdi. Tema centrale dell’incontro è stato “I Parchi Marini della Regione Calabria”.

Ad introdurre i lavori, Palmiro Manco, portavoce dei Verdi di Scalea il quale, tra l’altro, ha tenuto a sottolineare alcuni aspetti funzionali del Parco Marino: “Non sono in contrapposizione con i porti turistici – ha affermato Manco – e sono aperti per offrire alle persone uno sviluppo compatibile con l’ambiente”. Non è mancata una critica agli amministratori locali, visibilmente assenti: “Non c’è da parte dei sindaci e dagli amministratori locali, la volontà di far conoscere le risorse del territorio”.  L’architetto Piero Di Giuseppe ha illustrato, con l’ausilio di immagini proiettate, il progetto di gestione del Parco Marino, che riguarda circa 70 km di costa, indicando i vari punti salienti tra i quali l’isola di Dino, la scogliera di Scalea, la Valle del fiume Noce, il Fondale del Capo Tirone. Per Antonio Pappaterra, dell’associazione “La Scossa”, il progetto del Parco Marino “Rappresenta una certezza, una linea che bisogna cercare di realizzare. Non è facile far capire ai politici locali che il territorio è la vera risorsa. Possiamo fare in modo che l’ecologia diventi economia. Il convegno di ieri – ha precisato poi in una nota Pappaterra – non solo dimostra che siamo punto di riferimento delle politiche per l'ambiente, ma anche sulle tematiche sociali ed economiche locali”. Nicola Cantosano, responsabile scientifico dell’Oasi Blu Wwf sito “Scogli di Isca” ha portato all’attenzione delle ricerche eseguite nel periodo dal 94 ad oggi per conto del C.N.R. sulle aree protette degli scogli di Isca ma anche sul resto dell’alto tirreno cosentino. Unico amministratore presente, Marsiglia, assessore all’ambiente del comune di Praja a Mare, il quale ha offerto la candidatura della sua cittadina come paese ospitante del parco. Ha terminato l’on. Diego Tommasi, consigliere nazionale della Federazione dei Verdi, il quale ha invitato a coniugare ambiente e sviluppo per il turismo. I vari interventi sono stati moderati dal giornalista Francesco Silvestri.

Mariella Perrone

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: