Il portale dell'informazione.

Tortora (Cs) :: Torre Nave: una strada che versa nello stato di abbandono.

289

TORTORA :: 22/07/2008 :: Nuove denunce, nuove grane. A far sentire la loro voce sono questa volta i residenti di Via Torre Nave che denunciano lo stato di abbandono dell’intera arteria stradale. “E’ da marzo che la strada non viene pulita nonostante qualcuno abbia fatto notare, a chi di competenza, questi disagi. Vorremo capire a chi dobbiamo rivolgerci o se dobbiamo provvedere noi stessi alla manutenzione”.

E’ questo, in poche battute, il pensiero unanime dei residenti della zona. Non si può nascondere che ci sia anche molta disillusione, scarsa fiducia e propensione a credere nelle promesse o a pensare che denunciare servi realmente a qualcosa. “E’ una strada molto trafficata – ha chiosato un altro residente – possibile che nessun amministratore si sia reso conto della situazione? Costa così tanto tempo eliminare l’erba di questa strada? Senza contare che in alcuni tratti ha raggiunto un’altezza considerevole?”. Quindi non una sterile polemica ma solo la volontà di vedere un minimo di decoro che rientra nelle faccende ordinarie dell’amministrazione, senza dimenticare che l’incremento delle tasse sui rifiuti e le continue lamentele che si muovono verso la neo – cooperativa Pratex che dovrebbe gestire il servizio, ma che a detta di alcuni gioca a fare lo scarica barile, aumenta un certo malumore generale, tutto questo nonostante le due cause siano distanti tra di loro. Purtroppo il disservizio in alcuni punti della Marina di Tortora, e non solo, ancora c’è e nonostante le tante denunce si continua ad osservarlo a causa di un servizio minimo, gestito malissimo, con tagli pesanti a sfavore degli operai e degli utenti. E’ giusto quindi parlare di aumento insensato della Tarsu? E’ giusto chiedere spiegazioni a chi di competenza, visto che ancora nessuno si è minimamente degnato di dare una spiegazione a tutto ciò ma ha solo guardato con insufficienza anche chi ha denunciato? Esiste ancora un assessore all’ambiente o alla sanità viste le voci di altri rimpasti, di deleghe consegnate, di dimissioni imminenti e di estati calde che si susseguono nei vari commenti presenti sulle piattaforme digitali? A queste domande molti cittadini vorrebbero veloci risposte altrimenti i loro “teoremi” aumenteranno.

Martino Ciano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: